Un designo classico che unisce tecnologia avanzata ed artigianato d'altri tempi

Prodotti

GEA: ERPICI A DISCHI A V - RUOTE CENTRALI GEA

Gli erpici a dischi a “V” lavorano lo strato superficiale del suolo grazie a che i dischi penetrano nel terreno con una profonditá che dipende del diametro, del peso e dell’angolo di lavoro che formano nella direzione della marcia.

Il corpo dei dischi anteriore, solitamente equipaggiato con dischi dentati e raschia fango a paletta, rompe le zolle grazie allo spoastamento laterale.

 

Mentre che il corpo dei dischi posteriore, equipaggiato solitamente con dischi lisci con raschiafango incorporato, sposta la terra in senso contrario al corpo dei dischi anteriore. In questo modo si seppelliscono superficialmente le stoppie mentre, allo stesso tempo, si ottiene un effetto livellatore..

I dischi dentati agevolano la penetrazione della macchina e favoriscono lo sminuzzamento dei residui, mentre i dischi lisci polverizzano e livellano.

 

l peso dei dischi incide direttamente sulla capacitá di penetrazione raggiungibile dalla macchina. Per questo motivo, le macchine vengono equipaggiate in origine con dischi rafforzati di 6mm. Valore incrementabile +2 mm. per ottenere una macchina ancora piú solida e robusta.

 

Oltre al peso ed all’angolo d’apertura, anche l’interasse dei dischi incide sulla qualitá del lavoro eseguito. Per seppellire i residui e rompere le zolle le macchine sono tarate in origine con un interasse di 240mm., incrementabile a 270mm. negli erpici RCR

 

 

Il telaio è forte e robusto. Maggiorato in alcuni casi, a triple trave nelle RCR: richiedono sempre solo la minima potenza del trattore.

 

Per completare la preparazione del letto di semina si impiegano i rulli rompizolle che rompono ulteriormente le zolle, compattano supercialmente il suolo e formano un micro rilievo dove non si forma crosta. In questo modo si agevola la crescita corretta dei semi.

 

Tutta la gamma puó essere prepara su richiesta per accoppiare altre attrezzature agricole, come per esempio i rulli Cambridge, in modo tale da migliorare ulteriormente il letto di semina.